Così i giovani di Upward esprimono il loro dissenso all’uso di armi chimiche in Siria